newsletter

Ricevi gli ultimi aggiornamenti da Hortonworks tramite e-mail

Una volta al mese, ricevi gli approfondimenti, le tendenze, le informazioni analitiche e la conoscenza approfondita dei big data.

AVAILABLE NEWSLETTERS:

Sign up for the Developers Newsletter

Una volta al mese, ricevi gli approfondimenti, le tendenze, le informazioni analitiche e la conoscenza approfondita dei big data.

invito all'azione

Per iniziare

cloud

Sei pronto per cominciare?

Scarica Sandbox

Come possiamo aiutarti?

* Ho compreso che posso disdire in qualsiasi momento. Sono inoltre a conoscenza delle informazioni aggiuntive presenti nella informativa sulla privacy di Hortonworks.
chiudiPulsante di chiusura
diapositiva precedente
Big Data in Oil and Gas: Drilling Down for Insights
July 18, 2017
Data As a Core Competency Is Not Just an IT Issue
diapositiva successiva

Big Data nel settore assicurativo: come l'analisi dei dati cambierà le regole del gioco

Una tempesta si sta abbattendo nel settore assicurativo e farà piovere informazioni. Per essere competitive, le compagnie assicurative devono essere pronte alla ricercare informazioni in modi innovativi. Dovranno sempre più fare affidamento a grandi quantità di dati nel settore assicurativo per ridurre i reclami, creare valore aggiunto per i clienti e contribuire a monitorare in modo proattivo i rischi e ridurre al minimo le perdite dei clienti.

In passato, le compagnie assicurative possono aver utilizzato dati storici per prevedere i costi futuri delle richieste di risarcimento relative alla proprietà. Ora, sensori e dati meteorologici in tempo reale possono all'allertare la compagnia in caso di tempesta imminente ed entro 72 ore tali informazioni possono unirsi a dati geografici per determinare la probabilità di neve, ghiaccio o inondazioni in zone pianeggianti. Nelle località indicate come aree a rischio, la compagnia può identificare i clienti che vivono a bassa altitudine o in aree soggette a bufere ed utilizzare i canali digitali per avvertirli di mettere in sicurezza le loro proprietà. Il dipartimento di pubbliche relazioni può rilasciare interviste in modo proattivo attraverso emittenti e notiziari locali per aumentare ulteriormente la conoscenza da parte dell'opinione pubblica. Grazie a questa attività, la compagnia di assicurazione potrebbe scongiurare una grande percentuale di rimborsi assicurativi richiesti dai clienti in quelle aree. È un'opportunità che potrebbe salvare centinaia di migliaia di dollari, aumentare la sicurezza dei clienti e la loro fidelizzazione complessiva. Ci sono grandi quantità di informazioni al lavoro.

Dunque come possono le compagnie assicurative andare oltre il vecchio modo di pensare e abbracciare questa nuova mentalità? Tutto dipende dalla connettività e dalla elaborazione dei dati. Le compagnie assicurative operanti nel settore delle proprietà e della tutela contro gli incidenti hanno di fronte un'importante opportunità grazie allo sviluppo tecnologico: hanno a disposizione sempre più informazioni su cui basare le proprie valutazioni di rischio. I dispositivi connessi a Internet rendono possibile raccogliere più dati rispetto al passato in merito allo stato della proprietà e dell'ambiente circostante.

Analisi del rischio in tempo reale

Mentre in passato broker e compagnie assicurative si affidavano ai dati storici per i calcoli attuariali, ora possono avere dati aggiornati al secondo. Ciò consente di essere più reattivi in un ambiente con fattori di rischio sempre più volatili. I dati climatici in passato erano relativamente stabili, rendendo meno importante un monitoraggio continuativo. Oggi, il cambiamento climatico è un rischio chiaro e presente per le compagnie assicurative e i cambiamenti devono essere monitorati per prevedere tendenze future. Utilizzando grandi quantità di dati, le compagnie assicurative possono migliorare le informazioni meteo grazie ai dati tratti da innumerevoli sensori ambientali per comprendere la velocità del vento, la pressione barometrica, la temperatura e i cambiamenti di corrente.

Su una scala diversa, la auto connesse stanno cambiando il modo in cui le aziende considerano l'assicurazione automobilistica. Oggi i veicoli inviano ogni secondo migliaia di dati ai server, con dati riguardanti la posizione, le frenate e la velocità. In futuro, soluzioni di comunicazione tra veicolo e infrastruttura stradale permetteranno di avere informazioni ad alta risoluzione sulle condizioni stradali — fino a livello di buche o pozze — in tempo reale. Le compagnie assicurative possono utilizzare questi dati per prendere decisioni in tempo reale sulla gestione del rischio, forse utilizzando anche la tecnologia telematica e la guida automatizzata tecnologia per consigliare i guidatori sul percorso meno pericoloso.

L'uso di grandi quantità di dati nel settore assicurativo sta già trasformando l'industria. Ad esempio, Ford ha collaborato con IVOX, sviluppatore dell'app DriverScore. Quest'app utilizza la tecnologia, ottimizzata per la privacy, per comunicare alle compagnie di assicurazione il rendimento dei guidatore al fine di ridurre potenzialmente il premio assicurativo. Allo stesso modo, le abitazioni connesse stanno migliorando le comunicazione sulle condizioni ambientali. Cosa ne pensate se l'utilizzo di sensori di umidità posizionati nel seminterrato potessero fornire un ulteriore livello di intelligenza circa il potenziale rischio di inondazione?

Un nuovo modo di pensare ai dati

Queste sono tutte opportunità per le compagnie assicurative. La sfida consiste nell'elaborare e dare un senso a una marea di dati. Per ottenere queste analisi velocemente, le compagnie assicurative devono espandere le proprie pratiche analitiche ben al di là del tradizionale report su richiesta. In passato, avrebbero eseguito in lotto dei report di business intelligence — a settimane o mesi di distanza — e utilizzato tali dati per fare previsioni sulle tendenze future. Questo approccio è ancora importante, ma le compagnie assicurative devono sviluppare i propri processi di analisi per rimanere competitive: devono monitorare informazioni in modo continuativo, analizzarle in modo proattivo per una maggiore comprensione.

Questo livello di maturità prevede l'elaborazione di nuovi tipi di dati. In passato, i rigidi database relazionali raccoglievano la maggior delle informazioni. Queste strutture di dati non sono più adeguate in un'epoca in cui le informazioni giungono non strutturate e in tempo reale da fonti diverse. Le compagnie assicurative devono raggruppare questi dati in modo da analizzarli, senza sosta. Questo significa abbattere i silos di informazioni. Per fare questo, devono affidarsi sempre più sulla grande quantità di dati e sul flusso di informazioni. La sostituzione della tradizionale warehouse di dati prevede una vasta raccolta di dati strutturati e non strutturati su cui le aziende possono eseguire ricerche e e monitoraggio in modo proattivo.

Navigare in un mare di dati

Quando si esplora questo data lake, le compagnie assicurative dovranno essere veloci. Possono ridurre tempi di ricerca dividendola in parti e gestendole contemporaneamente. Sistemi come Apache Hadoop e MapReduce possono essere di aiuto. Mentre le compagnie lottano per far fronte al crescente volume dati e alla velocità con cui vengono forniti al settore delle assicurazioni, gli strumenti che utilizzano possono contare sempre di più sull'intelligenza artificiale. L'apprendimento di algoritmi macchina e l'elaborazione del linguaggio naturale permetteranno di estrarre i dati rapidamente al fine di prevedere modelli che potrebbero sfuggire agli analisti o che non si ha il tempo di analizzare.

Affinché ciò accada, le compagnie assicurative dovranno attentamente sviluppare nuove competenze. Gli studiosi di dati saranno sempre più richiesti, ma ciò non sarà sufficiente. Gli assicuratori dovranno trovare il modo di unire le proprie capacità tecnologiche e di analisi dei dati con competenze settoriali in modo da sapere quali sono le informazioni da cercare e come strutturarle.

Il percorso verso questo nuovo modello operativo non sarà facile. Richiede un attento equilibrio tra persone, processi e tecnologia per garantire che le aziende possano trarre le giuste conclusioni dai dati e nel momento giusto al fine di prendere decisioni fattibili. Prima avvieranno tale processo, più saranno ben posizionate in termini di concorrenza — e maggiore sarà la forza trainante che avranno in questo settore altamente competitivo che si ritrova ora a dover affrontare un maggior numero di rischi rispetto al passato.

Per ulteriori informazioni su come il settore assicurativo cambierà in un mondo sempre più connesso, è disponibile questo report Hortonworks.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà reso pubblico. I campi obbligatori sono segnalati con *